Quanti anni di stipendio servono per acquistare una casa in Italia?

0
177
costo case in Italia

Quanti anni di stipendio servono per acquistare una casa? Ovviamente la cifra varia a seconda delle zone o delle città. Ma informazioni importanti sull’argomento arrivano dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa dal quale emerge che servono 7,1 annualità di stipendio per acquistare casa nelle grandi città nel primo semestre del 2023in aumento rispetto alle 6,9 occorrenti un anno fa.

Un dato tutto sommato accettabile se però si eccettuano le grandi metropoli del nostro Paese. Infatti, per acquistare un immobile a Milano occorrono ben 13,4 annualità di stipendio: la città lombarda infatti, con un prezzo medio di 4219 € al mq si conferma la più costosa d’Italia in assoluto.

Al secondo posto tra le città più care in cui acquistare una casa c’è Roma: all’ombra del Colosseo servono 9,5 annualità, mentre a Firenze ce ne vogliono 9,2

Dov’è che comprare una casa in città costa meno? Tra le più economiche ci sono Palermo e Genova rispettivamente con 3,6 e 3,5 annualità avendo rispettivamente un prezzo medio di 1146 € al mq e 1114 € al mq.

Un cambiamento evidente

Negli ultimi 15 anni le cose sono molto cambiate nel settore immobiliare. Infatti, i picchi più elevati si sono registrati nel 2007 quando i prezzi raggiunsero l’apice e per acquistare casa occorrevano poco più di 10 annualità. Le case più costose erano Roma dove occorrevano addirittura 14,8 annualità, seguita da Milano con 14. La Capitale resterà in vetta alla classifica fino al 2019, quando è avvenuto il sorpasso ad opera di Milano diventata la città più costosa di Italia con 11 anni di stipendio per comprare casa. Il capoluogo meneghino inizia a raccogliere i frutti delle riqualificazioni in atto sul suo territorio con aumenti di prezzi che dal centro iniziano ad estendersi anche alle periferie riqualificate. Ad oggi il trend si conferma. Se si guarda al passato il numero minimo di annualità è stato toccato da Genova nel 2020 con 3,3 annualità, a motivo della forte perdita di valore che la città ha sperimentato a partire dal 2007.