,

Sant’Angelo Resort: il fascino dei sassi di Matera

“Abbiamo reso nobili queste grotte, un tempo umili dimore, per riscattare la nobiltà d’animo di una civiltà che non c’è più e che ci ha lasciato un’eredità di valori inestimabili”. Gli amabili resti di cui si parla sono i famosi e affascinanti sassi di Matera.

Qui, nel cuore della cittadina tra le più ammirate e visitate del mondo, sorge il Sant’Angelo Resort, un’esperienza unica per chi vuole vivere un soggiorno di lusso estremo in uno dei luoghi più incantevoli del mondo. Dormire e svegliarsi nel cuore dei sassi di Matera è, effettivamente, un lusso che non si può semplicemente raccontare. Matera incanta il visitatore, con il suo scenario da presepe, con le sue terrazze a picco sui sassi, con il candore di una città riscoperta e sempre più ambita nelle mete turistiche dei visitatori di tutto il mondo. Relax, intimità silenzio, luci soffuse, cortesia, attenzione rendono il Sant’Angelo Resort il luogo ideale per una vacanza che unisce storia e ogni tipo di comfort.

Suite, stanze e appartamenti

Dopo un accurato lavoro di restauro, i locali del Sant’Angelo Resort, che una volta erano quelli del tribunale della Regia Udienza settecentesca, delle arcaiche case in grotta e della chiesetta rupestre di Sant’Angelo, sono rinati a nuova vita, trasformati in veri e propri ambienti di charme. Il Royal Apartment è un elegante appartamento a due piani. Tre camere da letto, una principale con baldacchino e letto imperiale, ognuna con un bagno adiacente, in più c’è uno studio privato, due aree living e un’ampia cucina con tavolo da pranzo. Gli interni raffinati e dotati di tutti i comfort moderni offrono un’impagabile vista del Rione Sassi. La Superior Suite è invece un’alcova sofisticata, dove storia, natura e design si uniscono. Gli arredi sono ricercati nella spaziosa camera da letto con vasca a vista e nel cortile ad uso esclusivo. Le altre suite sono frutto di un’accurata ricerca dei dettagli e del comfort. Ce ne sono di due tipologie: suite in grotta dalle linee curve, scavate nella pietra e suite palazziate, in piccole costruzioni settecentesche, con vista sul selvaggio altopiano murgico. Discorso a parte meritano le Suite Deluxe: completamente immerse nel labirinto di sassi, queste camere conservano le suggestioni e le forme donate loro nei secoli. Ciascuna è frutto di un accurato progetto di recupero architettonico, volto a valorizzare la peculiarità dei luoghi. 

Le terrazze e gli scorci

Il Sant’Angelo Resort offre numerosi scorci e affacci panoramici dalle sue terrazze. Tra casette, vicinati e scalinate caratteristiche degli antichi rioni fino al canyon della Gravina, costellato di grotte abitate sin dalla preistoria. Le meraviglie della città, patrimonio UNESCO e prossima capitale europea della cultura 2019, sono tutte a portata di mano: i Sassi Barisano e Caveoso, le chiese rupestri, la cattedrale e i mille angoli da scoprire. Tra bellezza e lusso non può mancare la buona tavola con i veri sapori lucani. Al Sant’Angelo Resort il meglio della gastronomia locale lo offre il ristorante Regia Corte. Prodotti genuini, sapientemente elaborati per soddisfare ogni tipo di palato. E poi la vista: spettacolari sono gli ambienti interni ma ancor di più la terrazza che offre un affaccio mozzafiato sul Parco delle Chiese Rupestri, la Madonna dell’Idris e tutta la parte antica del Sasso Caveoso. Uno spettacolo unico per una cena indimenticabile

Itinerari e Spa

Cosa c’è di meglio di un massaggio rilassante tra i magici Sassi? Il Sant’Angelo Resort sta preparando una spettacolare SPA per unire un altro lussuoso tassello alla sua struttura. Ma l’offerta è già molto ampia: oltre agli itinerari per scoprire la storia dei Sassi, toccarli con mano, è possibile realizzare delle coocking experience con i prodotti lucani, dei week end all’insegna dell’avventura a stretto contatto con la natura e poi le escursioni nella murgia Materna. Per vivere la magia primordiale dei Sassi con tutti i comfort di un Resort contemporaneo ed esclusivo che ha rispettato i luoghi e la loro storia rivalutandoli nel presente.  

Tratto da Lusso Style di Maggio 2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *