Scegliere Singapore per viaggiare con stile: cosa la rende davvero unica

0
370
SINGAPORE

Incredibile connubio di cultura pop e tradizione, Singapore è una delle mete più amate da chi non scende a compromessi in fatto di vacanze. Oltre a proporre una lunga schiera di attrazioni e divertimenti, offre ambienti naturali incredibili con riserve ed eco-resort. Ma anche occasioni di divertimento e tantissimi negozi alla moda dove fare shopping scatenato. Tutto quello che serve per vivere una vacanza all’insegna dello stile e del comfort.

Singapore, tra natura e grattacieli

Quando si parla di viaggiare con stile, Singapore non teme confronti. Questa magnifica destinazione combina paesaggi naturali incontaminati ad uno skyline degno di una vera capitale mondiale. Nota per essere una delle città con la maggiore densità di popolazione al mondo, si presenta con un profilo estremamente suggestivo: fatto di grattacieli pittoreschi e di strade sempre trafficate, soprattutto nelle zone di Marina Bay e nel distretto finanziario. Complice la vivacità della vita cittadina.

Eppure, nonostante al primo sguardo sia impossibile da credere, il 50% della superficie di Singapore è avvolto nella vegetazione. Il contrasto tra il verde brillante della natura lussureggiante e il grigio dei grattacieli crea un ambiente urbano singolare e suggestivo. Tra i parchi e le riserve naturali da non perdere ci sono certamente quelli di Gardens by the Bay e le giungle di Pulau Ubin.

Arte e tradizione tra festival e gallerie d’arte

Voglia di vivere la vera vita a Singapore? Il primo passo è entrare in contatto con le tradizioni locali. E in questo senso non c’è niente di meglio che programmare il viaggio in corrispondenza di uno dei famosi festival che animano la città durante l’anno e che rispecchiano la multiculturalità della popolazione che la abita.

Di particolare rilievo l’Hungry Ghost Festival, il Dragon Boat Festival, le celebrazioni per l’Eid ul-Fitr e quelle per il Capodanno cinese. Oltre a questi eventi ricchi di tradizione, un altro buon momento per visitare Singapore è in corrispondenza della settimana della moda. Gli appassionati di enogastronomia, inoltre, dovrebbero considerare di prenotare il viaggio nelle giornate in cui si tiene il Singapore Food Festival.

Anche la Chingay Parade è un evento che non andrebbe sottovalutato, specie per chi ama l’arte e la cultura. In occasione di questa parata, infatti, si esibiscono artisti di strada e ballerini in costumi tradizionali per dieci giorni consecutivi. 

E per approfondire davvero la tradizione artistica e culturale, ci sono tantissime gallerie d’arte e musei che raccontano la storia e il senso artistico dei popoli che hanno abitato nel tempo questa terra. In particolare, nella zona di Bras Nasah si trova il centro coloniale della città, dove c’è un’alta concentrazione di musei e gallerie d’arte. Tra le principali segnaliamo National Gallery e il Singapore Art Museum. Estremamente interessanti anche il Museo Nazionale di Singapore e il Museo di storia naturale di Lee Kong Chian, che conserva diversi fossili di pregio. Assolutamente da vedere.

Viaggi all’insegna del lusso e della sostenibilità ambientale

A Singapore esistono alcune strutture di lusso che propongono ai turisti soggiorni in eco-resort costruiti all’interno di aree verdi e rigogliose. Dotati di ogni comfort si possa desiderare e sviluppati nel completo rispetto dell’ambiente, questi resort sono l’avanguardia dell’eco-turismo e consentono di vivere esperienze altrimenti inaccessibili. Circondati da una natura lussureggiante, abitata da fauna selvatica, gli ospiti possono godersi momenti di autentico relax, con una vista sulla foresta davvero unica.

Le vie dello shopping di Singapore

Fashion lover? Singapore è una delle grandi capitali mondiali della moda, qui si tiene una delle più importanti Fashion week dell’Oriente e nel centro città ci sono tantissimi negozi in cui dedicarsi allo shopping. La proposta è estremamente ampia in questo senso: si va da negozi e boutique raffinate a mercatini delle pulci più caratteristici. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

(Pubbliredazionale)