,

SESTANTE, Baglietto presenta il nuovo progetto di super yacht

Baglietto guarda oltre ed i suoi orizzonti si allargano. È di qualche giorno fa la notizia che il cantiere nautico di La Spezia ha ratificato un accordo con la Mulder Design che firmerà SESTANTE il nuovo progetto di 70 metri, top di gamma della linea T -Line Baglietto.


“Lavorare con grandi designer è un motivo di orgoglio per noi – commenta Michele Gavino, CEO Baglietto – La collaborazione con Mulder, infatti, segna un traguardo importante per noi perché firma il progetto più grande mai concepito dal cantiere. Uno yacht che persegue la tradizione stilistica del nostro marchio, nel segno dell’innovazione tecnologica che ha sempre contraddistinto la storia di Baglietto”.

Nato dalla volontà del cantiere di presentare un progetto che riprendesse la tradizione Baglietto, reinterpretandola in chiave moderna ed innovativa, SESTANTE si presenta con  linee accattivanti, dove performance ed innovazione tecnologica rappresentano le caratteristiche principali di uno yacht dalla forte personalità e dal carattere marcatamente “mascolino”.

Grande attenzione è stata data all’architettura navale e allo studio dello scafo il cui design risponde alle caratteristiche importanti di stabilità, tenuta di mare ed efficienza in tutte le condizioni meteo e alle diverse velocità. Il Mulder Design High Speed Cruising Hull per questo progetto è stato sviluppato per consentire una maggiore capacità di navigazione a velocità sostenute altrimenti non raggiungibile con gli scafi convenzionali. La resistenza dello scafo è stata ridotta senza per questo perdere di comfort a bordo. Dalle alte velocità che superano i 20 nodi alla velocità di crociera translatantica di 12 nodi, il flusso dell’acqua lungo tutto lo scafo è stato studiato e ottimizzato grazie all’utilizzo del CFD (Computational Fluid Dynamics). In questo modo si è potuta individuare la combinazione perfetta tra la forma dello scafo, la prua a bulbo ed il pescaggio.

Ulteriori miglioramenti sui consumi si possono ottenere utilizzando il sistema opzionale di propulsione Voith VLJ. L’imbarcazione può essere dotata anche di motorizzazione ibrida o di motorizzazione diesel-electric. Con quest’ultima SESTANTE alla velocità di crociera di 12 nodi raggiunge un’autonomia di oltre 10.000 miglia nautiche.

Grande attenzione sin dalla fase di sviluppo preliminare di questo progetto alle doti di comfort con la possibilità di utilizzare, oltre ai normali stabilizzatori, anche un sistema di PITCH STABILIZING, funzionalità mai utilizzata prima su uno yacht.

Interessante anche il layout degli interni, in particolare la cabina dell’armatore include un ponte privato con Jacuzzi mentre le cabine 2 VIP godono di una meravigliosa vista mare dai due balconi privati per un totale di 6 cabine ospiti. A poppa un’ampia beach lounge con bar e sedute consente di apprezzare al meglio la vicinanza al mare. A prua l’helipad permette atterraggi touch-and-go. Due garage, uno con accesso laterale ed uno alle spalle della beach area, offrono alloggio rispettivamente ad un tender di 6,5m ed un tender-limousine di 9,5m.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*