Articoli

,

Il marchio, ricchezza e identità

Una volta i marchi, da quelli dell’elettronica fino a quelli della moda, servivano unicamente ad identificare questo o quel prodotto e distinguerlo dagli altri. Esistevano i marchi principali, le sottomarche e poi tutto il resto. Creare un trend o far conoscere la propria iniziativa era decisamente molto difficile, poiché il concetto di comunicazione globale non era minimamente conosciuto. Griffe prestigiose, quelle per intenderci che non avevano bisogno di pubblicità, venivano illuminate da servizi televisivi di pochi minuti, magari nei telegiornali; tutte le altre erano pressoché comprimarie e senza grandi speranze. Poi la rivoluzione. L’avvento di internet, delle tv satellitari, dei canali tematici, delle riviste specializzate, ha cambiato tutto. Oggi, prima ancora del prodotto, c’è il marchio.

Continua a leggere