Articoli

Lamborghini Huracán, l’erede della Gallardo

Si chiama Huracán LP 610-4 ed è l’erede della Gallardo, leader assoluta di vendite per la Casa di Sant’Agata Bolognese. L’ennesimo capolavoro lanciato nella corrida delle supercar dalla Lamborghini, prende il nome da uno dei più conosciuti tori da combattimento della razza spagnola “Conte de La Patilla”.  La Huracán stravolge il linguaggio stilistico della Gallardo, attraverso il ricorso a bordi affilati, volumi monolitici, scolpiti e superfici tese. La sensazione che si ha immediatamente osservandola è che il frontale, l’abitacolo e il posteriore siano uniti da un’unica linea, senza interruzione. La tecnologia LED non caratterizza solo i fari principali, ma è presenta anche in ogni punto della vettura dove è necessaria l’illuminazione, diventando così la prima del suo segmento a offrire questo tipo di equipaggiamento standard.

All’interno a dominare è l’atmosfera lussuosa che come sempre si fonde alla perfezione con l’essenza sportiva tipica del DNA Lamborghini. L’abitacolo della Huracán presenta nappa di qualità a Alcantara, che configurati in diverse combinazioni di colore offrono una scelta decisamente ampia. Il design del tunnel della plancia e di quello centrale regalano una sensazione di grande leggerezza, mentre lo schermo TFT da 12,3 pollici assicura di al guidatore la possibilità di tenere sempre sotto controllo ogni dettaglio relativo alla guida e non solo.

Il cuore pulsante della Huracán è il nuovo V10 da 5,2 litri. Capace di sviluppare 610 cavalli e 560 Nm a 6.500 giri, che la rendono capace di una velocità massima di 325 km/h e un dato 0-100 km/h in soli 3,2 secondi. Inoltre, grazie al nuovo sistema ad Iniezione Diretta Stratificata, l’iniezione diretta ed indiretta del carburante sono combinate intelligentemente per garantire più potenza e coppia, mentre consumi ed emissioni diminuiscono rispetto al V10 della Gallardo, tanto da far rientrare la Huracán nelle normative Euro6.

David Di Castro
@daviddicastro11

 

Lamborghini, ecco la Gallardo Squadra Corse

Si chiama Gallardo LP 570-4 Squadra Corse ed è l’ultima nata di Casa Lamborghini, la quale vuol far provare ai propri clienti l’emozione di guidare su strada un’auto pensata per la pista.Prestazioni da urlo, degne di quelle che un pilota prova in una gara di Motorsport. Basata sulla Gallardo Super Trofeo, questa splendida nuova realtà proposta da Sant’Agata Bolognese sarà presentata ufficialmente al prossimo Salone dell’Auto di Francoforte.

Il nome Squadra Corse si riferisce al dipartimento di Automobili Lamborghini creato recentemente per gestire tutte le attività legate al mondo delle corse: dalla Classe GT3 al leggendario monomarca Lamborghini Blancpain Super Trofeo in Europa, Asia e Nord America.

Con la vettura da gara, condivide ovviamente il poderoso V10 dal 570 cv a 8.000 giri e l’alettone posteriore che garantisce un alto carico aerodinamico e chiaramente una grande stabilità nelle curve più veloci. Un altro elemento caratteristico delle vetture da corsa è il cofano motore rimovibile a sgancio rapido. Sia l’alettone sia il cofano, così come molti altri componenti della vettura, sono realizzati in materiali compositi in fibra di carbonio.

A secco pesa solamente 1.340 kg, 70 in meno rispetto alla LP 560-4 e questo comporta un rapporto peso potenza impressionante, pari a 2.35 kg per cv, e esperienze prestazionali da urlo. Scatta da 0 a 100 km/h in soli 3,4 secondi e raggiunge i 200 km/h in appena 10,4 secondi. La spinta della vettura si esaurisce solo una volta raggiunti i 320 km/h, mentre la forza frenante è garantita dal sistema di freni carboceramici di serie.

Una striscia con il tricolore italiano, attraversa tutta la fiancata. La Squadra Corse è disponibile nei colori Giallo Midas, Bianco Monocerus, Grigio Thalasso e Rosso Mars. L’esterno della Gallardo Squadra Corse è caratterizzato dalla finitura in nero opaco dell’alettone posteriore, che contrasta con il colore della carrozzeria. Il cofano, le prese d’aria anteriori, il diffusore posteriore e i cerchi forgiati da 19 pollici sono caratterizzati da una verniciatura in nero lucido, mentre le pinze freno sono disponibili in rosso, nero o giallo.

All’interno, la fibra di carbonio estremamente leggera e l’Alcantara®, sono la perfetta combinazione di sportività e minimalismo, che caratterizzano l’abitacolo della Squadra Corse.

David Di Castro
@daviddicastro11

 

Lamborghini presenta la Aventador LP 720-4 50° Anniversario

 

Ce l’aspettavamo da un momento all’altro. Lamborghini ha atteso il Salone di Shangai per togliere il velo dal suo modello di eccellenza, destinato a diventare l’emblema del cinquantenario della Casa di Sant’Agata Bolognese. Si chiama Lamborghini Aventador LP 720-4 50° Anniversario, una serie limitata e numerata: solo 100 unità in tutto il mondo. A sottolinearne l’esclusività, ogni esemplare avrà all’interno una targa in materiale Forged Composite® che non solo riporterà il logo ufficiale del 50° Anniversario ma anche il numero progressivo della vettura. Con la potenza portata a 720 Cv, una riprogettazione dell’anteriore e del posteriore della vettura orientato a un aumento delle prestazioni, una verniciatura speciale e un allestimento degli interni assolutamente unico, questa Aventador è uno dei modelli più esclusivi mai prodotti nella storia di Lamborghini.

Grazie alle sue caratteristiche è ora il top di gamma della Casa del Toro. La monoscocca in fibra di carbonio, il motore 12 cilindri e la trazione integrale permanente, che si è affermata come un successo globale, la rendono unica. Il V12 da 6,5 litri della Aventador LP 720-4 50° Anniversario è 20 Cv più potente della versione montata sulla Aventador LP700-4, risultato possibile grazie a nuove specifiche tarature del motore. L’accelerazione 0-100 km/h si ottiene in soli 2,9 secondi mentre la velocità massima raggiunge i 350 km/h. L’anteriore e l’intero retrotreno della 50° Anniversario sono stati ridisegnati con particolare attenzione all’ottimizzazione dell’aerodinamica. Le prese d’aria anteriori e il doppio spoiler sono stati allargati ed estesi, e sono ora affiancati da piccoli flap.

Il posteriore è completamente rinnovato e mette in mostra sia un estrattore più grande che un sistema di sfoghi rivisto con per aumentare la ventilazione del vano motore. Il risultato è che, paragonata alla Aventador LP700-4, la versione 50° Anniversario ha un’efficienza aerodinamica migliorata del 50%.

Anche la verniciatura della 50° Anniversario è una completa novità: denominata Giallo Maggio, è un tributo al colore più scelto dai clienti Lamborghini fin dai tempi della Miura; inoltre, nel nome è richiamato anche il mese in cui fu fondata Automobili Lamborghini, appunto il Maggio del 1963. La composizione della vernice include uno strato di particelle trasparenti altamente riflettenti che fanno sì che la Aventador brilli letteralmente, specialmente quando è illuminata dal sole. L’anteriore e il posteriore, così come le zone sottoporta, mostrano una colorazione bi-tono in Giallo Maggio e nero opaco che enfatizza le linee filanti della vettura e si abbina con i cerchi in nero lucidato. Gli splendidi interni della Aventador LP 720-4 50° Anniversario sono ricoperti con pelle semianilinica raffinata e naturale. I colori degli interni sono ispirati alla regione da sempre sede di Lamborghini, l’Emilia Romagna: il Nero Ade si abbina al Terra Emilia, una sfumatura del marrone che ricorda il colore della terra della regione, in un abbinamento che sottolinea il posizionamento esclusivo di questo modello. In alternativa gli interni sono disponibili anche nella colorazione Giallo Quercus. La denominazione di questo colore si ispira all’albero di quercia giallo che appare nello stemma araldico della città di Sant’Agata Bolognese.

All’Auto Show di Shanghai 2013 Lamborghini presenta anche la Gallardo LP 560-2 50° Anniversario. Verniciata in Bianco Opalis ha caratteristiche esclusive come l’alettone posteriore in fibra di carbonio della Gallardo Superleggera e il cofano motore trasparente.