Articoli

,

Lo shopping di lusso viaggia con il turismo

Il 30% dei ricavi mondiali dei brand di lusso è generato quando ci si trova all’estero: la propensione all’acquisto di alcuni consumatori cresce infatti in viaggio e la spesa, per alcune nazionalità, è maggiore che in patria. L’analisi dell’impatto economico dei turisti è stato reso noto dallo studio “Who buys Where: Decrypting cross-border Luxury Demand Flows” – condotto da Contactlab, specialista nel customer engagement, in collaborazione con Exane BNP Paribas. Secondo il report ad acquistare beni di lusso fuori “casa” sono soprattutto i viaggiatori provenienti dai paesi emergenti, in particolare i turisti provenienti da nazioni quali Russia, Cina, India, Brasile e Messico. In questi paesi, i clienti che acquistano beni di lusso all’estero ammontano in media al 30-40% circa, con l’eccezione dei viaggiatori russi che arrivano a compiere addirittura il 70% del proprio shopping in altri paesi, guadagnandosi così il primato in questa particolare analisi.

Continua a leggere