,

Un bagno glamour con Skinwall Dream Wallpaper

Skinwall Dream Wallpaper

Un bagno glamour e ricco di appeal. Un’esigenza di molti, un vezzo di tanti. La carta da parati, in tal senso, è in grado di regalare emozioni con ambientazioni assolutamente uniche. Skinwall Dream Wallpaper, in tal senso, propone innovative novità, applicabili anche alla sala da bagno, ambiente dedicato per eccellenza al benessere.

La carta da parati, infatti, è tornata in auge negli ultimi anni, conquistando il mondo dell’home decor con eclettica eleganza ed ammaliando tutti coloro che amano gli interni non convenzionali.

Proprio in questa direzione vanno le scelte di Skinwall Dream Wallpaper che, in occasione di Cersaie (Bologna, 24-28 Settembre 2018), in collaborazione con il partner e fornitore esclusivo per il mercato spagnolo Floover, rivelerà una grande novità. Qui, in anteprima assoluta, sarà presentata la nuova versione di Woven Vinyl, un materiale idrorepellente, lavabile, igienico, testato per aree umide e soggette a condensa, dotato di certificazione ignifuga europea Classe 1, B-S1 d0.

La soluzione di quest’anno è un’evoluzione tecnologica per offrire una qualità materica d’eccellenza e una resa estetica d’impatto e coinvolgente. La composizione del nuovo Woven Vinyl in fibra di vetro (38%) e PVC (57%) con finitura goffrata è applicata ad un supporto di TNT molto più sottile e leggero della versione precedente, in grado di aderire meglio alle pareti e facilitarne così la posa anche in bagni e cucine. L’azienda italiana è riuscita in un’operazione mai accaduta prima: nonostante la presenza di una percentuale di fibra di vetro, Woven Vinyl mantiene la brillantezza e la vivacità cromatica tipica della stampa digitale su un TNT vinilico.

“Con il rivoluzionario Woven Winyl abbiamo superato confini finora invalicati”, ha affermato Marco Brigi, Direttore Commerciale di Skinwall Dream Wallpaper. “Numerose prove e sperimentazioni tecniche ci hanno premiato con un prodotto dalle prestazioni eccezionali, che non perde di vista l’estetica e arreda le superfici verticali in modo inedito”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *