VIII Trofeo Principato di Monaco: vele storiche conquistano Venezia

0
28
VIII Trofeo Principato di Monaco

La città di Venezia è protagonista dal 25 al 27 giugno del VIII Trofeo Principato di Monaco le Vele d’Epoca in Laguna Coppa Bnl-Bnp Paribas Private Banking & Wealth Management, una manifestazione promossa da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia, dalla Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano e dallo Yacht Club Venezia.

Con la direzione sportiva dello Yacht Club Venezia, la regata sarà organizzata in collaborazione con il Circolo Velico PortodiMare con il Patrocinio di A.I.V.E. Associazione Italiana Vele d’Epoca e, per la sesta volta, sarà rivolta ad imbarcazioni classiche.

Le due regate si svolgeranno il 26 e il 27 giugno e vedranno l’adesione di celebri vele d’epoca  costruite tra i primi del ‘900 e il 1975 tra le quali Sagittario (1972) dello Sport Velico Marina Militare, lo sloop bermudiano Serenity (1936), Airone (1925) e il cutter aurico Mariska (1908), uno dei quattro 15 Metri Stazza Internazionale esistenti al mondo. Numerose le barche progettate da Carlo Sciarrelli, il noto yacht designer triestino famoso per i suoi scafi dalle linee tradizionali. Tra queste il catboat Chirone (1974), l’Auriga (1971) che festeggerà 50 anni dal varo e lo Spirit of Tradition Isabella, yawl bermudiano lungo 14 metri varato nel 1999. Dalle Marche arriverà Gilla, il 15 metri costruito in Germania nel 1950. 

Domenica 27 giugno si potrà ammirare anche il famoso Palinuro, un tre alberi di 69 metri che venne varato a Nantes in Francia nel 1934 e ora  adibito a veliero scuola per gli allievi Sottufficiali della Marina Militare.

Interessante anche la presenza di una flotta di circa 30 Riva storici in legno provenienti da tutta Europa associati alla RHS, Riva Historical Society, che riunisce gli armatori dei motoscafi del cantiere del Lago d’Iseo. 

“Sono felice perché quest’anno siamo riusciti a organizzare il Trofeo dopo lo stop impostoci dal Covid l’anno scorso quando abbiamo dovuto rinunciare all’evento”, ha dichiarato Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia, che ha aggiunto: “Il binomio Principato di Monaco e sport, da sempre promosso in prima persona dal Principe Alberto II, è fonte di ispirazione per iniziative come questa che sono uno strumento importante per il rafforzamento dei legami tra le nostre due realtà. Nella mia attività consolare lavoro per creare, attraverso la promozione turistico-culturale dei rispettivi territori, un ponte tra Venezia e il Principato. Con questo evento vogliamo creare qualcosa per la città e per il suo tessuto locale perché pensiamo che Venezia debba puntare all’eccellenza e manifestazioni di questa portata sono il modo più efficace per riuscirci.” 

Mirko Sguario, storico Direttore Sportivo del Trofeo e Presidente dello Yacht Club Venezia, ha voluto sottolineare le due importanti novità di questa edizione: “Il Comune di Venezia ha inserito il Trofeo fra gli eventi celebrativi dei 1600 anni della Serenissima, un prestigioso riconoscimento per una manifestazione che, al di là degli indiscutibili meriti sportivi, riafferma il vero spirito delle più alte tradizioni marinare di questa città unica al mondo. La Marina Militare, da sempre al fianco della manifestazione, ospiterà le barche all’interno dell’Arsenale dove si svolgeranno le premiazioni. È una sfida logistica ma stiamo parlando di accogliere una flotta di oltre trenta imbarcazioni nella cornice più straordinaria di Venezia.”

Anche quest’anno la Marina Militare ha rinnovato la collaborazione per l’organizzazione del Trofeo che, per l’ammiraglio Andrea Romani, “avviene proprio nella stessa settimana in cui la nostra nave Amerigo Vespucci è a Monaco in occasione dei 100 anni della Organizzazione idrografica internazionale che ha sede proprio nel Principato. La Marina ha un legame strettissimo con il mondo della vela, tutti i marinai la praticano negli istituti di formazione perché insegna lo spirito di squadra, essenziale a bordo delle nostre navi. In questa occasione – prosegue – la Marina ha messo in campo la Palinuro, sorella minore della Vespucci, apriremo gli specchi acquei della base navale per l’ormeggio delle altre barche e la nostra Scuola Navale Morosini per il cocktail di benvenuto. Parteciperemo infine alla regata con due imbarcazioni per un weekend di grande vela a Venezia.”

“BNL BNP Paribas Private Banking & Wealth Management” – commenta Stefano Schrievers, Head of Wealth Management Italy BNL BNP Paribas – “è anche quest’anno main partner dell’VIII Trofeo Principato di Monaco le Vele d’Epoca in Laguna consapevole della valenza culturale ed economica di questo evento, che esalta la forte tradizione marinara di Venezia e dell’Italia in generale. Una tradizione dalla quale, in questo campo come in altri, discende il valore e la qualità del sapere, dell’abilità e dell’arte italiana, oggi riconosciuti in tutto il mondo”.