,

Zara riapre a Roma il suo flagship store nello storico Palazzo Bocconi

Zara riapre le porte del suo negozio di Roma presso lo storico Palazzo Bocconi. Un flagship store davvero caratteristico, elegante e raffinato, che dopo un lungo restauro torna a risplendere.

Dopo un restyling durato tre mesi, questo negozio iconico, che si trova al numero 189 di Via del Corso, presenta la nuova immagine nei suoi 2500 metri quadri di superficie, divisi su 5 piani dedicati alle collezioni donna, uomo e bambino.

I dettagli architettonici originali, in stile neo-rinascimentale, come colonne, atrio e modanature del soffitto, sono stati recuperati e messi in luce, generando ambienti in grado di dialogare con la storia del Palazzo Bocconi, che risale al 1887. Un edificio monumentale e innovativo, che ha ospitato i primi Grandi Magazzini nella capitale italiana.

Il design elegante del flagship store rappresenta la cornice ideale per presentare le collezioni Zara. Ma è l’esperienza in negozio è davvero fantastica,  ottimizzata grazie ad una disposizione ordinata e lineare, che consente di visionare i prodotti in condizioni ideali.

L’area centrale costituisce l’anima dell’edificio, in cui prende forma uno spazio aperto e luminoso, caratterizzato dalla presenza di grandi finestre con tubi in vetro borosilicato che contribuiscono a connettere il negozio con l’esterno, donando ancora più luminosità di giorno, e creando un “effetto tenda” di notte.

I quattro concetti che dominano la filosofia architettonica di Zara – chiarezza, funzionalità, bellezza e sostenibilità – diventano realtà in questo store, valorizzati dall’utilizzo di materiali ispirati alla sua posizione e alle sue radici storiche. In tutto lo spazio prevale la semplicità, nella ricerca di un contatto diretto tra il cliente e la moda.

Il negozio, inoltre, conferma l’impegno ambientale del Gruppo e incorpora tutti gli elementi di eco-sostenibilità degli store eco-efficienti di Inditex, che consentono un risparmio medio di elettricità del 30%, con conseguente riduzione delle emissioni inquinanti, e un risparmio di acqua fino al 40% rispetto a un punto vendita tradizionale.

Le misure adottate nella riforma si riflettono, ad esempio, nell’illuminazione a led migliorata per consentire un maggior risparmio energetico, nell’efficienza dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento e nell’impegno a riutilizzare i materiali e a gestire i rifiuti in modo altamente responsabile.

Questi criteri avanzati permettono al brand di conservare la Certificazione “LEED” Platino, considerato il più severo standard per l’architettura sostenibile a livello mondiale, assegnato dall’organizzazione statunitense Green Building Council. Ad oggi, nel rispetto del Piano ambientale del Gruppo Inditex, quasi l’80% dei negozi Inditex nel mondo è già eco-efficiente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *